domenica 3 giugno 2007

Michelangelo Buonarroti:il parsimonioso e ricetta:Lardo dei cavatori

Michelangelo Buonarroti:il parsimonioso
La foto che vedete qui accanto è un appunto , per meglio dire la lista per i suoi pasti diversi, con schizzi per farsi capire dalla sua cuoca analfabeta.
Colazione delo mattino:
Pani dua
un boccale de vino
una aringa

A mezzogiorno:
Tortelli
una salata
4 pani
un boccale di tondo
un quartuccio di "bruscino"(una specie di raviggiolo)
Per cena:
la zuppa di Michelangelo(lenticchie farro.....)
lardo di Colonnata di cui faceva grandi scorte quando saliva alle"alpi Apuane" per scegliere di persona i blocchi di marmo per le sue sculture,
oppure un pezzo di caciotta d'Urbino ,quella che lui chiamava "la sua caciotta"U che proveniva dal latte delle greeggi dei suoi tre poderi che aveva.acquistati a "Castel Durante"oggi Urbania.
Ricetta:Lardo dei cavatori
Prendere un pezzo di lardo di Colonnata,che veniva stagionato in grandi conche con aglio, pepe,sale ed altre spezie, che servivano per la conservazione,ripulire le superfici dal rivestimento che si era creato, e penetrato al suo interno rendendolo gustoso, veniva tagliato a fettine sottili ed appoggiato su fette di pane abbrustolito,unitamente a qualche pezzettino di pomodoro preferibilmente abbastanza acerbo.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Che interessante Marcella, è proprio vero la storia come lui la scriveva per alla sua cuoca?
Fatima

araba fenice ha detto...

però, mangiava leggerino michelangelo :-)
(ma quanto è buono il lardo di colonnata!!)

Anonimo ha detto...

buon inizio settimana anche a te. Bel post, molto interessante. Piacerebbe al mio amico Rino, che è appassionato di questi personaggi della storia dell'arte. Un abbraccio. vivi

Anonimo ha detto...

ma perchè i gamberoni avvolti nel lardo di colonnata e arrostiti che fai, li butti ai cani. Non era mica scemo il nostro Michelangelo

by Nadir

schitti ha detto...

accidenti che documento!!!!pazzesco
so che era molto parsimonioso, ma per i suoi pasti non badava a spese!!!
ciaoooooo
ho letto "tormento ed estasi" sulla vita di michelangelo ma dei suoi pasti...mi pare nulla

willy ha detto...

bho?!

willy ha detto...

un saluto, ciao.

Tatiana ha detto...

Che goduria illardo... dovrei scendere a breve in toscana per rifornirmi qui lo vendono in boutique ehehehe

Anonimo ha detto...

huh... thanks for style.