lunedì 21 gennaio 2008

spatola all'agrodolce con miele

La spatola è un pesce azzurro del mediterraneo
molto pregiato, ma anche snobbato.Ha carni finissime,sapide e bianche e si presenta come un nastro argenteo di quasi 1 metro.La sua pesca era talmente importante da essere'nu misteri(un mestiere) "U SPATULAI"che si tramandava da padre in figlio.Spatola diciamo è il nome Italiano, perchè ad esempio a Napoli, dove la domenica mattina sul lungomare Caracciolo quando ancora c'erano i chioschi si vendeva 'a bannera,sui banchi del cagliaritano si vendeva il pesce lama,a Genova il pesce argentin,in Spagna il pesce sabre o pez-cinto,'a rigina du mari ,sciabola nel messinese e qui di seguito troverete la ricetta messinese ma anche di tutto il golfo.
Spatola all'agrodolce con miele
Ingredienti per 4 persone:1 kg di filetti di spatola-farina-1bicchiere d'aceto di vino bianco- 1 cucchiaio di miele di zagara(adesso si mette il millefoglie per economia)oppure 1/2 di zagara-1 bicchiere olio extra vergine d'oliva-sale.
Lavare ed asciugare bene i filetti,tagliateli a pezzi ed infarinateli pochissimo.Friggeteli il pesce in padella con l'olio,deve essere ben dorato da ambo le parti,sgocciolatelo e salate.Nell'olio di cottura rimasto, mettete l'aceto ed il miele a scaldare,unire il pesce per un paio di minuti affinchè s'insaporisca.Cucinare la spatola in questo modo vuol dire anche conservarla per i giorni dopo, come facevano i pescatori veneti per le sarde in saòr , i liguri ecc...

20 commenti:

andrea matranga ha detto...

Nulla da ridire ineccepibile, tranne però......che non hai la spatola ha,ha,ha,!Da noi ne abbiamo in quantità industriale..(sadico)

essenzedinatura ha detto...

Ah ecco subito non capivo che pesce fosse; si si il pesce lama, qui da noi. Non vorrei sbagliare, ma mi sembra che è stato abbandonato tanti anni fa, quando si scoprì che facilmente conteneva l'Anilachis. La gente si era trovata paura (eccessiva) e scomparve dai banchi; ora qualcuno si vede.
Bob

berso ha detto...

Andrea.........non puoi girare il coltello nella piaga di noi polentoni!
Cosa darei per correre al mattino su un lungo mare imbandito di tavole di legno colme di pesce fresco!!!!!
lo posso fare solo d'estate e per pochi giorni.

anna ha detto...

Qualche volta ho visto questa spatola al mercato e, ora che c'è questa tua ricetta semplice e gustosa, la prendo di sicuro!
Buon inizio di settimana

mamma3 ha detto...

Ciao cara Marcella, come sempre hai delle ricette deliziose da proporci, buona settimana anche a te..ma il meme?? Non mi hai detto nulla...Elga

Tatiana ha detto...

Questo pesce l'ho assaggiato quassù ancora non mi pare di averlo visto :)

Claudia ha detto...

Andreamatranga sei molto più che sadico(ahahahah)
Intanto con questa ricetta Marcella mi ricorda la mia essenza messinese. Devo assolutamente preparare qualcosa tipica.
tanti baci
Cla

pulvigiu ha detto...

Che bella la foto che hai messo,
ogni volta che vado a Catania mi ritrovo in questo mercato di pesce
tra vocii dei venditori e sorrisi della gente dove trovo il miglior pesce spada (a mio parere) del mondo.

Vasuneddi.

cinzietta ha detto...

Preziosissime informazioni sull'origine del nome, io che sono palermitana di nascita...ignoravo!(sorry)
hai mai provato a mangiare le uova di questo pesce come condimento per un piatto di spaghetti?
bbbbuonissimo

salsadisapa ha detto...

non l'ho mai sentito nominare... sarà difficile trovarlo qui ma ci proverò! grazie

elisa ha detto...

non lo conosco questo pesciolino..chissà che buono!

Viviana ha detto...

u pisci spatulaaaaa!!
allora... secondo me qui a verona c'è ma chissà come lo chiamano ed io non lo so riconoscere!!! :( uffiii mi mancaaaaa
un bacio

comidademama ha detto...

il pesce lama, non lo conoscevo, grazie!

Christian ha detto...

bella ricetta. purtroppo non amo tanto il pesce azzurro. in generale non vado matto per il pesce con le spine. :-)ciao!

Christian ha detto...

bella ricetta. purtroppo non amo tanto il pesce azzurro. in generale non vado matto per il pesce con le spine. :-)ciao!

aracoco ha detto...

Sei veramente brava, mi piace motlo questa versione io in genere la cucino con tanta cipolla e pomodorini...
http://dolcienonsolo.myblog.it/

gabry ha detto...

Buongiorno Marcella, da provare questa ricetta, che a leggerla sembra gustosissima.

Un saluto e buona giornata!
Gabry

cocozza ha detto...

Oh!sì da me è il pesce bandiera ed è bellissimo sembra la lama di una spada argentata lucida io di solito lo preparo all'acqua pazza.
ciao Marcella a presto cocozza

cocozza ha detto...

Scusami ma volevo anche dire che qui in Campania se ne vende tanto e costa anche pochissimo.
cocozza

dolcienonsolo ha detto...

Ricordavo questo tuo post, infatti avevo già lasciato il commento!!Grazie per la tua visita, un vero piacere, quando puoi torna!