mercoledì 16 gennaio 2008

vassilopita

La vassilopita è la torta con la quale i greci festeggiano il capodanno.



1 kg di farina-5 uova-250gr di zucchero-200gr di burro-100ml di latte-100ml d'acqua tiepida-80 gr di lievito di birra(,ma è andrebbero anche5 gr diMasticha e 5di mahlepi ma sono difficili da trovare)-1 uovo- semi di sesamo.

In una casseruola sciogliere il burro , il latte,lo zucchero(masticha-mahlepi) a fuoco lento, togliere dal fuoco e versiamo le uova, il lievito l'acqua, la farina elavoriamo fino a quando la pasta non s'attacchi alle mani.Farne una palla, incidere una croce, coprire con un panno di lana e lasciare al caldo per 3 ore,deve sparire la croce.Rimpastate leggermente, e dividere l'impasto in 2 torte tonde alte 5 cm, mettere in una teglia tonda foderata con carta da forno,la 1 torta, inserire una moneta d'oro o argento, coprire con seconda torta,lasciare ancora coperta al caldo per almeno 1 ora, insomma deve risultare raddoppiata.Sbattere un tuorlo con un pochettino d'acqua e spennellate sulla torta, spargerci sopra semi di sesamo ed infornare a 180 gr x 50 minuti circa.Chi dei commensali troverà moneta è il destinato ad avere un anno fortunato.

Se trovo posterò la torta del capodanno russo:la torta spasskaja del Cremlino PS: avendo visto che ci sono ,giustamente per la vassilopita(vassilipia(re)-pia=pitia= torta, dubbi per ingredienti non trovabili,allora preciso che la mastica,và sostituita con mandorle spellate,in quanto a mahlepi, che non sono altro che noccioli di un particolare ciliegio che cresce soltanto in una zona della Grecia, e se ricordo bene al sud ,se non isoletta greca,allora per aggirare il probblema, io la faccio cosi:1 la faccio lievitare ben 4 ore per il 1 impasto,al momento d'infornare metto unitamente al sesamo sopra la torta , le mandorle che vanno disposte rigorosamente a croce.Vino Pantelleria ben ryè passito di salina.Sono cosi edotta perchè ogni 29 gennaio l'associazione Grecia-Italia fà la festa della vassilopita, alla quale vado, ed essendo anche il 29 gennaio il santo patrono di Perugia,si fà una cena con pietanze delle due nazioni, la cena si chiude con il taglio della vassilopita e del torcolo di San costanzo, e posterò tra qualche giorno la ricetta del torcolo di san Costanzo.

15 commenti:

Mariluna ha detto...

Che Bella!!!! Non ho capito gli ingredienti citati in russo. Il Tortno di patate? fatto anche senza sarde OK.Un abbraccio

gabry ha detto...

Che bello, svegliarsi e trovare subito una ricetta di torta, la mattinata sicuramente sarà più dolce.
Ciao Gabry

elisa ha detto...

Chissà che buona...

Anna ha detto...

Sembra molto laboriosa, però l'idea della moneta è simpatica, ma non si vede appena si taglia la torta?

Mimmi ha detto...

Non ho capito che sono i due ingredienti che hai menzionato all'inizio. Che sono e dove li posso trovare?
Ti ho invitato a partecipare ad un meme, spero non me ne voglia...
Buona giornata!
Mik

Anna ha detto...

Ma cosa sono quegli ingredienti? C'è un corrispondente in Italiano? Col traduttore dal russo all'inglese me li restituisce così, senza tradurre.
Ciao

Christian ha detto...

originale ma con l'ingrediente introvabile? :-) solo ora riesco a respirare, sono stato presissimo ed oggi è ancora giovedì... buona serata. ciao.

Nadir ha detto...

... :-) però bisogna avvisare che c'è una moneta nell'impasto, atrimenti si rischia di essere citati per danni ;)

aracoco ha detto...

ORIGINALISSIMA...complimenti

sciopina ha detto...

Che simpatica questa torta!!
Abbastanza laboriosa e poi quegli ingredienti credo siano irreperibili...
Comunque complimenti
apresto
scioipina

Ossidiana ha detto...

Ti ho mandato una mail dal mio indirizzo :)

Ciao

Aiuolik ha detto...

Molto interessante! Ma com'è che conosci tutte queste ricette straniere?

Ciaoo,
Aiuolik

mamma3 ha detto...

Ciao Marcella, ho pensato di invitarti al meme del momento, spero che l'idea ti piaccia! Elga

andrea matranga ha detto...

Interessantissimo ,ma dove le vai scovare tutte queste chicche.

elisabetta ha detto...

Se non ricordo male mia sorella (che sta in Grecia) ce l'ha portata un paio di anni fa, è un po' come le nostre focacce sode, no?